The last little stop before Cairns: Mission Beach

Oggi dobbiamo assolutamente arrivare a Cairns, tappa finale di questo magnifico viaggio. Dopo la solita colazione a base di 10.000 biscotti e qualche fetta di pane con la marmellata, ci rimettiamo in viaggio; ma ecco che veniamo subito fermate da una lunga fila di veicoli incolonnati la cui fine non sembra nemmeno intravedersi: non sappiamo cosa possa essere e iniziamo quindi a fare qualche domanda ai “viDSC_0001cini di macchina”. Ci dicono che la strada è ancora interrotta a causa degli allagamenti provocati dal ciclone, ma che dovrebbero aprirla entro le prime ore del pomeriggio. Porca di quella vacca, vuol dire che passeremo qui ferme almeno 3 o 4 ore della nostra giornata. Non soddisfatta della risposta e annoiata dalla situazione che non ci permette di fare nulla se non mangiare o metterci a leggere qualcosa, decido di fare due passi fino alla fine della coda dove trovo la polizia stradale che mi conferma ciò che i vicini mi avevano anticipato.

In realtà poi la strada viene riaperta molto prima del previsto, e decidiamo così di fare una brevissima tappa a Mission Beach, posto consigliato dall’amico Scott, il musicista giocoliere incontrato ad Airlie Beach. La strada percorsa per arrivare a Cairns, e così a Mission Beach, è la Bruce Hwy, lungo la quale si possono osservare immense piantagioni di banane e canna da zucchero. Il viaggio su quattro ruote attraversando tre paesi, ci permette di osservare i meravigliosi cambiamenti della natura e dei suoi frutti: dai vigneti del Victoria siamo ora passati ai bananeti del Queensland.

La spiaggia di Mission è bellissima: di sabbia finissima e lunga chilometri, è orlata da palme che le conferiscono l’aspetto di una località puramente tropicale. Il sole fa capolino tra le nuvole di un colore non troppDSC_0029o rassicurante e dona all’acqua delle sfumature dorate. Il posto è quasi deserto. In realtà si nota il passaggio di un forte ciclone: i tronchi di molte palme e di altri alberi a ridosso della spiaggia sono stati spezzati probabilmente dalla furia del vento, le noci di cocco sono ovunque, così come rami e foglie. Mission Beach, per dare qualche informazione pratica, è un minuscolo villaggio immerso nella foresta pluviale ed è uno dei punti di accesso alla Grande Barriera Corallina. La zona è inoltre attraversata da alcuni bellissimi sentieri che offrono la possibilità di avvistare parecchi animali, tra cui i casuari. Cosa sono i casuari..

i casuari sono degli animali assolutamente strani. Non ne avevo mai sentito parlare prima, neanche mai visto una foto, ma sono animali simili per conformazione agli struzzi,con una dura cresta e dei colori del pelo molto accesi. Se nello stato del Victoria quando si guida bisogna fare attenzione ai canguri, nella zona di Cairns bisogna stare attenti a questi enormi animali chiamati casuari.

Ripartiamo con il nostro mezzo abbellito da fiori viola e finalmente arriviamo a Cairns. Come al solito troviamo un campeggio ben popolato che costa moderatamente: $30 con piscina, BBQ, lavanderia.. Finalmente dopo giorni riusciamo a fare il bucato e anche se abbiamo usato l’asciugatrice i panni sono ancora umidi e li stendiamo ovunque nel e intorno al van.. Ci addormentiamo ancora una volta guardando la serie che ci ha accompagnato nelle tarde sere di questo incredibile viaggio: Heros. Mancano davvero pochi giorni prima di riconsegnare il van.. Siamo quasi arrivate alla fine e inizia già a pervadermi un senso di nostalgia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...