Getting to the capital, Kuala Lumpur

Siamo quasi al termine delle due settimane. Questa è la nostra ultima tappa prima del rientro: prendiamo nuovamente il bus che in qualche ora ci porta da Malacca a Kuala Lumpur. Kuala è una metropoli frenetica e multiculturale, dove donne in chador si confondono con affrettati uomini d’affari in giacca e cravatta. Ammiriamo stupiti la grandezza imponente delle Petronas Tower dalle quali, soprattutto se illuminate, non riusciamo a togliere lo sguardo: sono magnetiche. Attorno ad esse è stato costruito un ampio parco dove bambini e adulti possono correre e le giovani coppie dichiararsi il proprio amore. DSC_0070Il nostro hotel è a pochi passi dal parco e dalla sua piscina possiamo intravedere, tra gli alti e numerosi palazzi in costruzione o già ultimati, le due belle torri che sono diventate vero e proprio simbolo della città. Le torri ospitano, oltre a centinaia di negozi di grande marche nel centro commerciale sottostante, la sede della compagnia nazionale del gas e del petrolio Petronas: 88 piani distribuiti su quasi 452m di altezza e rivestimento in acciaio. Sembrano essere due razzi spaziali pronti a decollare: una perfetta metafora dell’ascesa della città da baraccopoli di minatori a metropoli lanciata nel futuro. La loro forma di stella a 8 punte richiama uno dei principali motivi iconografici della tradizione islamica.

E’ la prima volta che mi trovo in un paese di religione musulmana. E’ laDSC_0222 prima volta che mi sento circondata da donne che indossano lunghi abiti dalle fantasie più diverse e veli che coprono i capelli. A tratti mi sento un tantino osservata. In Malesia tuttavia, l’islam non è così rigido come in altri paesi dove anche per i turisti è consigliato un abbigliamento adeguato. E’ evidentemente un paese abituato al confronto sociale, culturale e religioso.

Anche la metropolitana ci ricorda di essere in un paese musulmano, un paese in cui la differenza tra uomini e donne è ancora piuttosto netta: alcuni vagoni sono ben distinti. Ce ne accorgiamo solo una volta a bordo.. Non c’è un solo uomo nel vagone femminile e tutte le donne presenti ci guardano con occhi piuttosto disorientati. Stiamo tornando verso l’albergo dopo aver visitato la moschea Masjid Negara, che rappresenta il principale luogo di culto della città: i non musulmani non possono accedere alla moschea durante gli orari di preghiera e devono essere vestiti adeguatamente. Ci fanno indossare il chador (io devo coprirmi anche i capelli) e siamo così liberi di visitare la bella struttura. La moschea è piuttosto ampia, con la sala delle preghiere coperta da un tetto a 13 punte (sempre un riferimento all’islam) e i pavimenti bianchi lucidi, che danno un senso di leggerezza e pace. C’è chi prega, chi legge un libro, chi chiacchiera con le amiche.

Dopo un’intera giornata di visita, decidiamo di cenare nel quartiere di Jalan Alor, caldamente e giustamente consigliato dalla nostra Lonely. Jalan Alor è un’ampia via che dalle 17.00 in poi si trasforma in un vero e proprio ristorante a cielo aperto, con tavoli e sedie di plastica dove i passanti sono caldamente invitati ad accomodarsi, dove le bancarelle si susseguono senza interruzioni ed è possibile osservare, annusare, assaggiare prelibatezze mai viste ne sentite prima. E’ un vero e proprio tripudio di sapori, odori, colori. DSC_0046Mangiamo e beviamo egregiamente presso il Restoran Beh Brothers.

Qui siamo in una zona molto diversa da quella di KLCC: ristorantini alla buona con sedie plastificate e dai diversi colori dove lavoratori instancabili si affannano a lavare i piatti sporchi a mano, sono circondati da palazzi datati e decadenti. E’ questo il mio quartiere preferito, che sembra appartenere a una Kuala Lumpur distante da quella costruita recentemente e dove sorgono imponenti le Petronas Towers.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...